U13 - Cronaca di una partita generosa

Lividi, graffi, rigori parati, grinta, generosità, sacrificio al servizio dei compagni.
Questa è stata la partita di ieri della nostra U13.

Calcio d'inizio alle 19.15. Arrivo alle 18(!!!), leggermente in anticipo, dopo 5 minuti vedo arrivare da lontano il nostro mastino, il nostro muro invalicabile: Emanuele.
Sto ascoltando Glory Days di Springsteen, gli dico "Ascolta qua!". Lui strabuzza gli occhi: "Che canzone è?!" "Eh eh...Poi te lo dico".
Dopo poco arrivano Alberto, Elia "un capitano" e Lester "cuffie al collo alla Balotelli".
Entriamo nell'oratorio, non troviamo l'allenatore e il dirigente dell'altra squadra. Chiedo al responsabile del bar: "Mi scusi, sono l'allenatore della U13 Atletico S.Elena, il vostro allenatore è già arrivato?", risposta "Chi è l'allenatore della U13?" "?!?!?!?!?! Va bene, grazie...".

Facciamo la caccia al tesoro dello spogliatoio, lo troviamo, nel bagno troviamo 2 copertoni di automobile, niente lavandino... andiamo avanti, va!

Il nostro Lester, oggi, gioca in porta. Prima partita e primo allenamento da portiere 15 minuti prima della partita. Ci vuole coraggio...

Arrivano tutti i ragazzi, Davide "grinta e tecnica", Stefanino "il regista", Matteo "il gladiatore", Alessandro "la metto sempre", Marco "Marquinho" e Andrea "semper fidelis" Zenone.

Comincia la partita, finalmente giochiamo palla a terra, paghiamo dazio dal punto di vista fisico. Partita equilibrata. Su calcio d'angolo, non vediamo l'inserimento da dietro e passano in vantaggio. VA BEH, PAZIENZA! 
Il Rosario raddoppia su un tiro da centrocampo (!!! il campo se era lungo 35 metri era tanto...).

La partita va avanti tra contrasti duri dei nostri ( Matteo ha ancora i segni! ), partita ostica, parate di Lester e qualche tiro fuori dallo specchio della porta del nostro capitano. 

Citazione d'obbligo per Emanuele. Non ha perso un contrasto, sicuro in difesa come non mai, ripartiva palla a terra dalla difesa.
La sua miglior partita: BRAVO!

Nel terzo tempo, per un fallo di mano in area, calcio di rigore per il Rosario.
Lester ipnotizza l'attaccante del Rosario e para il rigore: APOTEOSI!

Ripartiamo e sulla miglior azione della partita andiamo a rete. Elia controlla palla a centrocampo, tunnel, passaggio a Davide, contrasto, palla ad Alessandro sulla destra che insacca col portiere in uscita. Da manuale!

Risultato finale? CHISENEFREGA!

Oggi dovevano riscattarsi dalla brutta partita con la NABOR e lo hanno fatto.
La cosa bella dei miei ragazzi è che basta che segnano un goal... e SOGNANO!

e allora sogna, ragazzo sogna!