⁠⁠⁠LA FINALE.... OGNI MALEDETTA DOMENICA

È tanto che non scrivevo articoli per raccontare le partite dei nostri ragazzi.
Direi sia il caso di ricominciare...

Ed eccoci qua, in quel di via Scialoia, sede dell'A.S.D Annunciazione a giocarci la finale della Coppa Gianni Spiriti contro la squadra del S.Pietro e Paolo.

La primavera fatica ad arrivare in questo primo pomeriggio di aprile. Ritrovo a S.Elena e poi partenza per il campo.
Sguardi tesi, sorrisi tirati, ragazzi con i baffi di cioccolato per via della merenda. Mamme che baciano e abbracciano i figli come se dovessero partire per il militare.
Direttivo del S.Elena al gran completo. 

"Ci siamo tutti? Chi manca?", "Mancano Carlo e Wael..." "Uff"
Arrivati anche "Batman e Robin", "Starsky e Hutch" o come volete chiamarli, si parte e si arriva in 20 minuti al campo.

Assistiamo alla finale 3/4 posto e via a cambiarsi in spogliatoio.
Gianmario, in perfetto stile Al Pacino in "Ogni maledetta domenica", catechizza a dovere i nostri ragazzi ( anche perché bisogna vedersela con Pietro e Paolo, mica cotica... )

Carlo, dopo 5 anni, si accorge che gli dà fastidio la targhetta dei pantaloncini e se li toglie fuori dagli spogliatoi.
Il nostro Presidente prende in mano la situazione fa irruzione nel magazzino, ruba un paio di forbici e risolve come solo lui sa fare.

I nostri si avvicinano al campo per entrare.
Intanto nel bel mezzo del cortile dell'oratorio noto che hanno dimenticato palloni, borsa medica etc...

Chiamo Alessio, l'allenatore in seconda:
"Ale..."
"Alessio"
"VALENTE?!", "Eh... ah... si, dimmi, Ale."

"Non dimenticate i palloni etc..."
"Già. Giusto... grazie"

Inizia la partita. Cominciamo convinti, tre passaggi e si arriva in porta. Siamo costantemente nella loro metà campo.
Prima occasione degli avversari su punizione dai 20 metri... TRAVERSA!!! S.Elena ha messo la manina e ha deviato il pallone tirato da S.Pietro.

"Ahia... occhio ragazzi"

Successivamente Wael non ci pensa due volte ed insacca con un pallonetto dal limite dell'area.
I nostri avversari si danno una sveglia, recuperano e chiudono il primo tempo in vantaggio 2-1. Il nostro mister Gianmario dà una scossa al nostro capitano e a tutta la squadra.

Inizia il secondo tempo e i nostri aquilotti U13 recuperano, passano in vantaggio e chiudono la partita sul 5-2.
Dalla curva dei nostri tifosi, ogni pallone diretto verso la nostra porta sembrava andasse dentro, ogni pallone recuperato dai nostri un ovazione.
"Ringhio" Pinardi su ogni pallone, Lembo a seminare il panico a centrocampo, Carlo a comandare la difesa in stile Franco Baresi ( Presidente... non farò MAI citazioni bianconere )

Menzione speciale per i piccoli ragazzi 2005, Ritz, Matteo, Vittorio, Davide e José.
Sempre pronti.

Finale 5-2. Contro una squadra forte e ben messa in campo.

Premiazione, ragazzi con le magliette messe al contrario, festa grande, Gianmario con la maglia bianconera ( va beh... ).
Alla fine di tutto, butto l'occhio in mezzo al cortile dell'oratorio e cosa trovo solo soletti...?



I nostri palloni e la borsa medica.... ogni maledetta domenica.

GAZZA